30/12/09

Spigole e cicogne di fine 2009

Un piccolo racconto della mattinata di ieri.....sono in vacanza e tutte come tutte le mattine entro "a lavoro" verso le sei e mezza per staccare all'ora di pranzo....Ieri con me c'era Daniele che oramai caldo della paga che mi ha dato domenica mattina, si sente spigolaro e vuole ripetersi.
Nei giorni precedenti qualche spigola è uscita, Daniele e Simone domenica mattina hanno solpito entrambi mentre io sono riuscito a fregarne una medio piccola solamente il giorno dopo.
Arrivati sul mare c'è un bel pò di onda, vento e piove: proprio una bella giornatina!
Ci incamminiamo in spiaggia e arrivati nella zona prescelta dopo una mezz'oretta iniziamo a cercare qualche reginotta in agguato dietro qualche gradino o sotto un tappeto di schiuma...Sono molto difficili in questo periodo, mangiano argentine di mezzo centimetro che vengono riversate in mare dalle piene buttantosi a bocca aperta nelle masse nere di questi pesciolini che stanno compatte in sospensione su pelo dell'acqua.Imitarle è quasi impossibile col mare torbo e mosso, microesche rischiano di diventare invisibili ai loro occhi e l'unica è tentare di girare e rigirare le nostre isidie variando presentazioni taglie e colori per cercare di indurle all'attacco.In queste uscite sto pescando molto a gomma, più per mio personale gusto che per una certa e comprovata superiorità sulla plastica dura: in ambienti difficili dove il pesce in qualche modo va forzato (anche per via del mare ultimamente spesso mosso), una amo del 2-3/0 innescato con un qualsiasi siliconico (ogni uscita gli attacchi capitano quasi sempre su esche diverse per questo mi sembra inutile fare nomi specifici che non ho mai fatto perchè credo possano sviare molte persone) mi da una sicurezza di ferrata che nessuna ancoretta riesce a garantirmi....pesco rilassato e sicuro delle esche che ho in acqua e questo è l'importante per me.Al secondo lancio subito una bella botta su una testina del buon Mori modificata per l'occasione (Alex stanno cominciando a dare i loro frutti!).Un pesce discreto si rigira nel cavo d'onda e sembra almeno grosso il doppio per le condizioni in cui è avvenuta la predazione (nel risucchio dell'onda).La faccio salire sulla cresta successiva e stavolta riesco a portarla a secco senza bagnarmi...miracolo!

Continuiamo a lanciare per un paio d'ore ma non vediamo attività ne registriamo attacchi, per cui si decide di tornare alla macchina e di dirigersi verso un altra spiaggia che potrebbe essere molto allettante con quelle condizioni.Nel tragitto mi viene in mente una cosa....qualche giorno prima in un campo vicino Grosseto sono state avvistate delle cicogne (info su questo in mp!) e con Daniele ci si capisce al volo: ok si va a caccia fotografica!Arriviamo nel luogo indicatomi da mio babbo e le vediamo a circa 500 metri da noi. si lascia la macchina e vestiti da pesca (io coi waders e scarpe in feltro) ci si inoltra nel lavorato.Quatti quatti gli si arriva da dietro camminando solo quando beccano per terra e si scatta: sono animali davvero belli, è la prima volta che mi capita di vederli dal vivo e resto affascinato dalla loro grazia e portamento.

Dopo alcune foto ferme si decide di farle volare, sguinzaglio Daniele che le spaventa dal lato opposto e riusciamo a scattare anche qualche foto in volo.


Si vanno a riposare poco lontano e noi andiamo via contenti come o forse più si fosse preso quello spigolone che il resto della mattinata non ci darà.

Con questo piccolo report si chiude per me il 2009, un anno pieno di difficoltà ma anche di soddisfazioni che grazie a questa disciplina mi sono potuto togliere...immagini spettacolari stampate nella mente che ogni volta la vita gira più storta mi fanno tornare il sorriso!

Vi auguro a tutti voi un 2010 felice e pieno di soddisfazioni che il mare regala sempre a chi lo ama e lo rispetta.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.