26/06/10

Riflessioni

Ci sono periodi nella pesca e nello spinning in particolare in cui tutto gira nel senso sbagliato...
Periodi in cui vai a pesca molto, forse più del solito, ma il destino ti si accanisce perdendo i pesci più belli che riesci ad agganciare.
Dai primi di Giugno ad oggi sono andato a pesca spesso, alcune volte in mare e molte in fiumi e laghi che grazie alle giornate lunghe di inizio estate riesco quasi ogni sera a frequentare per un oretta o due.
Tutte queste uscite però non hanno portato i risultati sperati: qualche pesciotto salato è uscito ma nulla di rilevante così come in acque interne ho preso un pò di bass fino al chilo, alcuni silurotti fino a 130 cm e addirittura due carponi da 3-4 kg rampinati con un j13 per la schiena....ciò che mi disturba però sono i pesci persi, chiaramente come al solito i più belli!
Nella mini vacanza all'elba dei primi di giugno ho slamato un grosso serra che era caduto su un jig di tony da 28 grammi e una ricciolotta, in foce la settimana prima avevo perso un'altro serra che aveva mangiato sullo stop del rudra in mezzo ad un maremoto non rimanendo ferrato, a bass ho perso tre pesci davvero importanti tra cui uno che mi ha risputato addosso un buzzbait da 1/2 oz dopo un combattimento spettacolare e per finire in Arno ho slamato un paio di belle sandre e ho perso due grossi siluri uno per rottura del terminale del 90 e uno agganciato con la labrax per recisione della treccia da 40 lb...
Niente male vero?
Non si può che migliorare!!
Comunque sia ringrazio chi ha inventato lo spinning....le due ore d'aria la sera sono ciò che mi fa andare avanti felice e dimenticare per un pò tutti i problemi quotidiani.
Chiudo con questa foto di un bass notturno a waking sperando che sia di buon augurio!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.