25/02/11

Test GoPro HD 1080

Bene, dopo una corte durata quasi un anno ieri ho finalmente ricevuto il mio nuovo gingillo: una GoPro HD 1080.
Dopo molte riflessioni ho scelto di acquistarla naked in quanto la confezione già includeva al suo interno il guscio impermeabile fino a 60 metri e gli agganci necessari alle mie necessità.


Ho quindi "costriuto" il mio kit, acquistando separatamente la lente per la messa a fuoco subacquea, l'head strap per il montaggio a testa e la pettorina chesty per il montaggio a petto. 
Dalle prime prove in casa sono rimasto subito molto soddisfatto: estremo comfort, peso ridottissimo, semplicità e sensazione di grande resistenza...però serviva il test sul campo!
Ecco quindi che oggi sono tornato nella pozzetta in torrente dove i cavedani sono un pò attivi nonostante l'acqua ancora freddissima e sono riuscito a girare un buon video che più tardi posterò, rinnovando pure un mini stick da 45 mm costruito al volo a casa ad hoc per le mie necessità di pesca in torrente con portata d'acqua sostenuta.
Alcuni dettagli tecnici che mi sembra utile chiarire per chi si voglia regalare lo stesso oggetto:
La telecamera crea filmati in mp4, formato non facilissimo da gestire però è sufficiente un passaggio in After effects e la conversione in Avi per poi effettuare in premiere tutti i montaggi del caso...
La risoluzione massima con campo visivo a 170° è di 1280x960 pixel (4:3)a 30 fps e orientativamente con la batteria al litio inclusa (si carica tramite usb dal pc) si può fare 2 ore e 30 di filmato e per farlo serve una sdhc di circa 16 gb.
Un piccolo appunto sul video editing.
Non sono un professionista del video editing, però per il mio lavoro di architetto mi trovo spesso a lavorare con tutta la suite adobe compreso premiere e after effects.
In questo caso mi sono trovato di fronte ad un formato video un pò particolare e dal momento che non  avevo la necessità di passarlo in after effects, ho deciso di aprire il file nativo della gopro a 1280x960 direttamente in premiere.
Ho quindi impostato un formato della composizione iniziale "a caso" (in quanto 1280x960 a 30 fps non è incluso nei preset) e successivamente una volta aperto il programma, sono andato in file, nuovo, sequenza e poi mi sono spostato nel folder a destra selezionando nel menu a tendina "desktop" e ho quindi settato la composizione personalizzata a 1280x960 a 29,97 fps e pixel quadrati.
In questo modo ho ottenuto in premiere unquadro è preciso per la dimensione del formato acquisito dalla camera.
Per quanto riguarda l'esportazione ho provato ad effettuare uno stiramento per poter caricare il video su vimeo hd senza righe nere ai bordi, scegliendo quindi H.264 - vimeo hd preset 1280x720 che schiaccia un pò la composizione ma secondo me non è poi così male.
Il problema è stato che la eccessiva compressione dell'immagine mi aveva portato ad ottenere un video in cui la qualità era degradata e quindi sono tornato sui miei passi settando H.264 - prendendo  un preset  (youtube HD) e personalizzandolo nel formato nativo.
Qua sotto ecco il video, per vederlo in HD cliccate su HD e lo visualizzerete su vimeo.


Per qualsiasi inforamzione chiedetemi pure e anzi se sapete darmi qualche dritta su settaggi migliori in premiere o di esportazione mi fate felice!

Sono davvero soddisfatto dell'acquisto, un oggetto divertente che ci permette di rivedere quelle scene di pesca che altrimenti resterebbero solo nella nostra mente.

23/02/11

Passatempi infrasettimanali

In periodi in cui il lavoro mi tiene forzatamente lontano dal mare e dalle onde, cerco sempre di trovare una valvola di sfogo...in casa non riesco proprio a starci e a volte mi gioco la pausa pranzo in torrente a cercare qualche cavedanello che con attrezzatura leggerissima concedono quel piccolo divertimento che mi permette di ripartire a lavorare con più entusiasmo.
Per la pesca in torrente utilizzo una TSR 5’8” 1/32-3/16 che abbinata ad un rarenium 1000 con montata una treccina varivas sottilissima da mebaru e terminale del 16 mi fa davvero divertire moltissimo.
In attesa di poter riprendere un pò di catture con il mio nuovo giocattolino in arrivo (go pro hd) oggi ho appoggiato una vecchia macchinetta su un sasso e anche se in bassa qualità sono riuscito a riprendere l'attacco di un bel cavedano su un blues code da 5 cm.
In periodi di magra va benissimo anche così!



Aggiungo un paio di foto di altri cavedani, uno preso a gomma su un mini grub da 1 pollice e l'altro con un wander 45

10/02/11

Giocando con le foto

Periodo di lavoro e poca pesca purtroppo....
Mi rimane soltanto di giocare con vecchi scatti non postati e...continuare con il mio classico compra e vendi di attrezzatura da pesca, sempre in cerca del "setting perfetto"...
In futuro forse scriverò un post sulla mia attrezzatura, infatti anche se l'aspetto tecnico son rappresenta molto lo spirito di questo blog, nel momento in cui raggiungerò un assetto che mi soddisferà veramente vi racconterò le mie scelte pronto ad accettare i vostri consigli e rispondere ad eventuali critiche.
In pentola bollono anche altre novità per questo 2011, chiamate kayak e belly boat...
Intanto vi lascio con questo mix di un rilascio di un paio di mesi fa.


01/02/11

Studio e sperimentazione

Finesettimana piacevole anche se privo di catture eclatanti e grande attività....due pescate diverse in orari diversi in posti diversi, le premesse per belle pescate c'erano eppure non sempre nella pesca  tutto risponde a ciò che la mente suggerisce.
Comunque nei vari gli ambienti (spiaggia, foce, spiaggia mista, interno fiume) un pò di conferme le ho avute pescando con esche differenti....ancora tanto ho da imparare ma qualche tasello comincia ad incastrarsi e la scelta di dedicare i mesi da novembre ad ora solo alla ricerca di questo pesce un pò sta fruttando.
Questo non solo in termini di quantità di catture, ma soprattutto per quanto riguarda la comprensione di habitat differenti e dinamiche relative agli stessi.
E' sicuramente il pesce che amo di più da insidiare, scaltro, tecnico, la cui cattura è molto più di altri conseguenza di uno studio attento dei suoi comportamenti e a riflessioni sulle esperienze vissute.
A volte veloce e rapido predature di schiuma, a volte grufolatore lento e pigro: troppo intrigante!
Questo è il gioco, questo è il bello dello spinning, ottenere la cattura non a caso ma in relazione a ragionamenti corretti...
Spero prossimamante di poter approfondire altri aspetti di questa pesca che ancora mi mancano, come la pesca a jerk mirata all'attacco di reazione e non di ricerca, la pesca topwater in fiume, il finesse con picole gomme, microjig e fili sottili (max 8 lb), il pitching pesante dentro canneti o l'heavy carolina  su fondali importanti....
Intanto due foto per rallegrare il post:

Spigoletta di foce:

Una piccola monella che ha sferrao un attacco da pesce di mole incredibilmente superiore!!