24/11/11

Seabass master

Domenica scorsa in quel di Orbetello si è svolta la terza edizione del seabass master marine.
Come tutte le gare le scorse edizioni sono state da me abilmente scansate, però questa volta qualcosa mi ha fatto cambiare idea.
Questo qualcosa è stata la passione del mio amico Daniele (Buttero per tutti gli yakers italiani) che ha fortemente voluto organizzare qualcosa di unico e particolare.
In un contesto come quello della laguna di Orbetello, portare a pesca 40 kayak mantenendo un comportamento moderato e rispettoso dell'ambiente e dei pesci non era facile, ma grazie al suo impegno ed al nostro aiuto (mio e di altri amici) credo si sia realizzata una manifestazione davvero da incorniciare.
Per quanto riguarda la gara in se le condizioni meteo non sono state dalla nostra: sole e assenza di vento non hanno consentito alla laguna di esprimersi al meglio e pochissimi pesci sono stati allamati. Ciò nonostante il progeto di pesce tenuto in vivo in nasse studiate appositamente (simili a quelle utilizzate nelle gare da bellyboat ma con alcune varianti per renderle valide e resistenti all'uso in kayak) ha funzionato egregiamente con nessuna spigola morta e tutte pesate e rilasciate dall'organizzazione e da alcuni bambini.
I piccoli pescatori sono stati infatti i protagonisti soprattutto della giornata di sabato, con attività ludiche che univano la pesca al gioco culminate con una garetta di lancio di precisione con artificiali e con un giro in kayak per il quale siamo stati nominati sul campo "istruttori" io e David.
Personalmente è stato un weekend molto piacevole, colorato e divertente....ma la competizione non fa proprio più per me!

 Vi lascio un pò di foto random scattate da me e da altri amici riprese dal forum di KFI :

FOTO SEABASSMASTER KAYAK

Un pò di scatti della giornata di sabato:

6 commenti:

  1. Grandi pescatori e piccoli pescatori un cocktail vincente!
    Squid

    RispondiElimina
  2. Ha vinto un ragazzo di firenze (lettore pure dei nostri blog ;)) che ha preso una spigolona da 4,8 kg ai primi lanci con un angel kiss...diciamo che tra tanti pescatori iper tecnici ha vinto la scelta old style bella grezza (35 lb diretto) e personalmente una vittoria così in certi tipi di gare ci sta proprio bene e dimostra ancora una votla che la pesca non ha sempre regole fisse.

    RispondiElimina
  3. eccoci! così prendo l'occasione per salutare i miei due inconsapevoli guru dello spinning in mare. Io sarei teoricamente solo un moschista (di acqua dolce), però lo spinning in mare è troppo bello...!! e la mosca troppo piccola per tutto quella massa liquida....!!Così seguo spesso le vostre avventure prendendo spunti e consigli....!! E quella spigola di domenica è anche Vostra! La storia del trecciato diretto potevo occultarla ma l'ho voluta consapevolemente rivendicare per dissacrare,per evidenziare come nella pesca così come nella vita spesso le regole sono fatte per essere eluse!! anchio uso finali e finalini in fluorcarbon però quando vado a pesca spesso una canna è montanta con il solo trecciato (aumentato di qualche libra rispetto a quello che uso con le canne con il finalino)un pò per scaramanzia un pò perchè un nodo è sempre un nodo.....!! e può sempre rompersi! Poi se qualcuno vuol sostenere che su un popper o su un'altra esca di superficie un trecciato limita gli attacchi, oppure che una spigola potrebbe tagliare un trecciato....!! beh allora mi arrendo!!
    cmq bravo Andrea e bravo Daniele due belle persone che incontro sempre volentieri sui Vs. bellissimi blog.

    RispondiElimina
  4. Ciao Sandro!
    ci siamo presentati ma mi ero scordato il tuo nome!
    Complimenti ancora per la vittoria, hai preso una spigola che di quella taglia ancora io non ho mai nemmeno visto!!
    La treccia diretta come hai usato te può essere una scelta, hai più sensibiità, migliori il lancio e hai più resistenza, però fidati, 35 lb per le spigole sono davvero tante, e un finalino in fluorocarbon soprattutto in ceti ambienti può metterti al riparo da tagli spiacevoli: la treccia a trazione ha una resistenza assurda, ma cede come il burro all'abrasione su parti del pesce o su ostacoli vari.
    Aspetto il report a ritorno dalla Florida!!

    RispondiElimina
  5. Condivido Andrea!! ...anche se qualche volta gli Dei del fattore "C" hanno bisogno dei loro tributi.......!!!!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.