09/01/13

RESET

Eccomi qua.

Era diverso tempo che non tornavo a scrivere qualcosa in questo mio piccolo spazio virtuale.
I motivi di ciò sono stati vari, soprattutto però mi ha frenato la voglia antica di rivivere per qualche tempo la pesca nel modo più vero e puro: Io, il mare, i pesci e gli amici (ogni tanto ;))

Il vivere tutto ciò svincolato dal web e dal legame che esso provoca mi ha fatto stare davvero bene…talmente bene che ho pensato più di una volta di fare l’ultimo post di fine 2012 di saluti e chiudere questo blog  ormamai un po’ vecchio e figlio di un altro periodo della mia vita.

I mesi autunnali appena trascorsi sono stati però per me (“itticamente parlando”) molto belli e pieni di emozioni…emozioni che solo nei miei sogni avrei pensato di vivere e che sarebbe stato egoista e stupido non voler condividere.

Ecco quindi che dopo un po’ di ragionamenti ci ho in parte ripensato: un cambio di rotta ci sarà e questo sarà il primo post che darà il via ad un nuovo taglio editoriale di questo blog.

Il mio non sarà più un diario dove settimanalmente appuntare catture ed emozioni in modo casuale, ma diventerà  una sorta di raccoglitore virtuale nel quale archiviare, con cadenza molto meno regolare di prima, immagini, video e parole relative a tutte le singole sfaccettature della disciplina dello spinning che pratico.
Ogni post un argomento, ogni post una preda ed una tecnica specifica.
Lo spinning per me è questo, un grande gioco di strategia, una caccia mai monotona sempre da innovare ed il mio blog deve portare avanti questa filosofia, altrimenti non ha senso.
Deve smettere di essere una vetrina: le foto devono dare felicità e stimolo all'osservatore a pescare con la testa e con l'istinto.

Proverò a farlo, non so se mi riuscirà, ma ci proverò: credo che questa linea mi possa permettere di godere molto più il mio tempo libero e la mia passione, garantendomi relax e la tutela di determinati ambienti.

La cultura del rispetto dei pesci in maremma è ancora molto lontana e in un epoca dove le persone pescano più con gli smartphone che con la canna da pesca certi atteggiamenti che mi erano possibili fino a qualche anno fa non sono più tollerabili.

Oramai sono tornato a vivere nella mia terra, che mi da lavoro e la possibilità di godere di incredibili bellezze naturali: in qualche modo la devo preservare e l’unico modo per poter continuare a mettere sul web qualche cattura è quello di farlo con molta, molta  attenzione.

Bene, la premessa è finita, forse qualche frase è uscita dalla tastiera un pò sconnessa ma stasera me la sentivo così ed il blog, per me, è istintivo.

Adesso possiamo iniziare a raccontare qualcosa…

3 commenti:

  1. per un attimo ho pensato seriamente che lo volessi chiudere.....
    mi ero quasi arrabbiato ;-)
    Ho iniziato questa disciplina seguendo questo blog e pochi altri e nonostante le mie pochissime catture mi appassiono sempre più allo spinning, quando voglio vedere qualche bel pesce in canna vengo quà e mi guardo le foto vado sul blog di daniele e mi riguardo le foto :-)
    Secondo me non te la devi prendere con i "maremmani" che si fanno le foto con le loro poche catture, come te ce ne sono pochi che riescono in quello che fanno.... io non sempre pratico il C & R, prima di catturare un bel pesce possono passare anche mesi e quando arriva quel momento non me la sento di lasciar andare il mio sudatissimo trofeo sempre se di una certa misura!
    Credo che questa nuova linea del blog mi piaccia più della "vecchia" diventerai la bibbia dello spinning almeno per me!

    RispondiElimina
  2. complimenti Andrea! in qualunque modo continua a scrivere e postare......

    RispondiElimina
  3. Spero che le nuove foto e chiacchiere vi possano piacere!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.